martedì - 12 dicembre 2017
Home » Astrologia » Capire l'Astrologia » Guida ai Tarocchi

Guida ai Tarocchi

“Tarocchi” è il termine col quale ci si riferisce a mazzi di carte, solitamente 78, grazie ai quali è possibile ricevere dei presagi sul proprio futuro. Secondo la taromanzia, infatti, la nostra vita è già scritta, ed è per questo che è possibile utilizzare le carte non solo come metodo di divinazione, ma anche come strumento di introspezione, per raggiungere una sorta di illuminazione spirituale: leggersi da soli i Tarocchi diventa nel tempo uno strumento di auto-conoscenza che permette di decifrare la propria vita e metterne a fuoco i possibili sviluppi.

Le principali carte sono i 22 “Trionfi” o “Arcani Maggiori”. Essi rappresentano gli stadi della vita e raccontano la storia del percorso vissuto da ciascuno di noi. Alcune delle più famose sono il Matto (che rappresenta l’energia pura nella forma spirituale) e il Mondo, ovvero la fine del nostro ciclo vitale.

I Tarocchi: scopriamo le basi della Cartomanzia
I Tarocchi: scopriamo insieme le basi della Cartomanzia

Vi sono poi altre 56 carte, chiamate “Lame” o “Arcani Minori”, che servono per dare significato agli Arcani Maggiori. Essi simboleggiano gli eventi che possono essere sotto il nostro diretto controllo e ci indicano come agire.
Gli arcani “minori” possono ricordare un normale mazzo di carte da gioco, in quanto sono suddivise in 4 semi, ognuno con un significato preciso: i DENARI corrispondono alle finanze e la salute, le SPADE alla salute, le COPPE all’amore, i BASTONI a problemi di salute o di altro genere.

In generale ogni carta, che sia maggiore o minore, assume un significato differente a seconda della carta che ha vicino. È buona norma cercare di imparare a memoria ogni carta e il corrispondente significato, con l’ausilio di un manuale o di una guida specifica. Attenzione, però! L’interpretazione dei Tarocchi non deve essere rigida e condizionata da quella fornita da un testo scritto: serve anche una buona dose di intuito personale.


IL MAZZO

Se non vi siete mai avvicinati al mondo della cartomanzia, e volete iniziare per curiosità o per conoscere piccoli fatti relativi alla vostra persona, è conveniente iniziare con un mazzo “base”, composto cioè dai soli Arcani Maggiori: il simbolismo presente in queste carte è infatti più facile da comprendere. Proseguendo nella propria esperienza, però, è opportuno inserire anche i semi, poiché essi arricchiscono la lettura dei Tarocchi di particolari che i Trionfi non riescono a carpire.

Veniamo dunque alla scelta del mazzo. I cinque mazzi di tarocchi più comunemente usati da sempre sono: Deviant Moon, Rider-Waite, Aleister Crowley Thoth, DruidCraft e Shadowscapes. È importante comunque che il mazzo prescelto vi attiri sotto ogni punto di vista, in quanto svilupperete con esso un legame molto forte, specialmente se pensate di voler consultarlo ogni giorno. Affidatevi dunque al vostro intuito e alle vostre preferenze.

Bisogna quindi entrare fisicamente in contatto con le carte: maneggiatele continuamente, rimettetele in ordine, trasferite la vostra energia all’interno di esse. Intanto, fissate un vostro obiettivo. Cosa desiderate dalle carte? Quali sono le vostre intenzioni? Come pensate di aiutare gli altri attraverso i Tarocchi? Determinare cosa volete fare affinerà la vostra capacità interpretativa e vi permetterà di entrare in connessione con la vostra forza spirituale.

LETTURA: LE BASI

Una lettura dei tarocchi è una narrazione, uno storia che racconti a chi cerca il vostro consiglio. E’ un tentativo di evidenziare le influenze passate, comprendere le circostanze attuali, e predire il futuro più probabile. Il futuro di cui parliamo non è un risultato fisso o definitivo: è importante ricordare che non ci sono finali conclusivi o assoluti.

Per leggere le carte, bisogna disporle secondo uno schema preciso, che offre una base per la loro interpretazione e fa assumere ad ogni carta un significato unico a seconda della posizione in cui si trova. Alcune disposizioni svelano eventi futuri; altre parlano del nostro passato; altre ancora ci raccontano cosa sta accadendo nel presente: sentimenti interiori, fattori esterni, sfide che stiamo affrontando eccetera. Esistono centinaia di disposizioni diverse, e ogni cartomante utilizza quella che funziona meglio per sé stesso. Provate dunque quanti più schemi possibili, in modo da trovarne uno che stimoli la vostra immaginazione e il vostro intuito.

Cominciamo intanto con una disposizione da principianti, a tre carte. Con questo schema è possibile divinare domande semplici su uno schema dove la prima carta rappresenta il PASSATO, la seconda il PRESENTE e la terza il FUTURO. Potete anche cimentarvi in divinazioni più complesse, alcune delle quali suggeriamo di seguito.

PER COMPRENDERE UNA SITUAZIONE

  • Prima carta = situazione attuale; seconda carta = ostacoli; terza carta = consigli.
  • Situazione attuale; aspirazione; come raggiungere gli obiettivi.
  • Cosa mi aiuterà; cosa mi ostacolerà; qual è il mio potenziale inespresso.

PER COMPRENDERE UNA RELAZIONE

  • Prima carta = tu; seconda carta = l’altra persona; terza carta = la relazione.
  • Opportunità; sfide; esiti.
  • Cosa vi unisce; cosa vi allontana; a cosa bisogna fare attenzione.
  • Cosa desideri dalla relazione; cosa l’altro desidera dalla relazione; dove è diretta la relazione.

PER COMPRENDERE UN’ALTRA PERSONA

  • Prima carta = mente; seconda carta = corpo; terza carta = spirito.
  • Stato materiale; stato emotivo; stato spirituale.
  • Tu; il tuo cammino attuale; il tuo potenziale.

Cominciate ponendo domande di questo tipo alle carte, utilizzando solo i Trionfi e passate pian piano a sistemi di lettura più complessi. Man mano che progredirete nel vostro percorso, potrete aggiungere gli Arcani Minori, per aggiungere varie sfumature di significato ai Tarocchi.

CONSIGLI FINALI

I Tarocchi accumulano energia, e la sprigionano sotto forma di interpretazione. Questa energia può essere sia positiva che negativa, pertanto è importante conservare il proprio mazzo in maniera appropriata, in un sacco nero o in una scatola di legno, in cui potete inserire gemme o erbe. Per liberare il mazzo dall’energia negativa eventualmente accumulata, utilizzate uno dei metodi di purificazione elementare di seguito riportati:

  • Terra: sotterrare il mazzo (protetto) in sabbia, sale o terra per 24 ore;
  • Acqua: bagnare leggermente le carte con acqua e asciugandole immediatamente, o esporle alla luce lunare per metà della notte;
  • Fuoco: facendo attenzione a non bruciarsi, passare velocemente il mazzo nella fiamma di una candela, o esporlo alla luce solare per mezza giornata;
  • Aria: passare il mazzo per cinque – sette volte sopra dell’incenso.

Speriamo che questa piccola guida vi sia stata utile nell’intraprendere un percorso di taromanzia. Buona lettura delle carte!


5 commenti

ATTENZIONE, GLI OROSCOPI PERSONALIZZATI AL MOMENTO NON SONO DISPONIBILI: RITORNEREMO PRESTO CON QUESTO SERVIZIO, GRAZIE!
  1. Artemisia

    Ciao sono Lavinia, nata il 20/04/1970. vorrei sapere qualcosa in più sull’amore e sul lavoro.

    • Astrologo Lore
      Astrologo Lore

      Artemisia, scrivi nella nostra pagina sull’oroscopo 2017.

  2. Mariol

    Era da tanto che cercavo una spiegazione semplice e comprensibile sui tarocchi, grazie, grazie davvero, finalmente credo di averne capito le basi!!!

  3. Alde

    Chiedo la lettura su un quesito: trovero’ l’amore ?

    • Astrologo Lore
      Astrologo Lore

      La sezione dedicata ai tarocchi l’abbiamo inserita per completezza di informazione, ma non ne facciamo la lettura. Se vuoi, dai però una lettura al tuo oroscopo!