martedì - 12 dicembre 2017
Home » Astrologia » Capire l'Astrologia » Introduzione all’Astrologia: cos’è, i fondamenti

Introduzione all’Astrologia: cos’è, i fondamenti

L’astrologia è una “dottrina divinatoria” che prevede lo studio del movimento dei corpi celesti presenti nel sistema solare in relazione alla fascia Zodiacale. e come questo influisce sull’individuo. Astrologia in Greco antico significa infatti “discorso sulle stelle”. Non è una scienza, semmai un’arte.

Le Origini

Le origini di questa interessante e delicata disciplina sono molto antiche e si tende a farle risalire al tempo dei Babilonesi, ovvero intorno al 1.700 a. C. A differenza dell’astronomia, l’astrologia considera il pianeta Terra il centro del nostro sistema e sono gli altri pianeti a muoversi intorno ad essa. Questo accade perché l’intento degli astrologi è mettere in primissimo piano l’essere umano.



Astrologia e oroscopo
Astrologia: vediamo la sua storia e come opera per ottenere l’oroscopo

Fin dall’antichità studi ed attente osservazioni hanno dimostrato il movimento delle stelle e i cambiamenti della Luna. Era inoltre visibile l’influenza che il sole e la luna avevano sulla Terra. Tutti questi accadimenti avevano destato un grande interesse nei nostri antenati che avevano cominciato così a considerare con ancora più attenzione il sistema solare.
L’Astrologia è nata inizialmente come un aiuto per l’agricoltura ma studiando il moto degli astri e gli accadimenti che ad esso corrispondevano, gli studiosi compresero che c’era qualcosa in questo moto che influiva sull’uomo e più in generale sul pianeta. Si cominciarono così ad effettuare alcuni calcoli, che permisero di comprendere il percorso di pianeti e stelle. Vennero creati dei collegamenti tra gli eventi di ogni stagione ed i caratteri delle persone e furono creati dei simboli che rappresentassero l’energia diffusa dai vari astri. Tali simboli furono collegati ai pianeti e alle costellazioni ed è proprio così che è nata una disciplina complessa ed affascinante come l’astrologia.

Ai nostri giorni questa disciplina viene utilizzata come mezzo per predire il futuro o potenziali accadimenti, un modo per conoscere più profondamente il proprio essere e le proprie pulsioni. Le anomalie che troviamo nel nostro percorso sono probabilmente dovute ad un uso errato di quelli che sono i nostri talenti e le nostre potenzialità. Un destino cattivo infatti non esiste. E’ l’individuo che con le sue scelte e le sue decisioni influisce sul proprio destino, spesso in modo inconsapevole. Un esempio: se una persona, complici anche esperienze negative nel corso dell’infanzia e dell’adolescenza, sente di non poter ricevere un amore pieno e sincero nel corso della propria esistenza, attirerà a sé individui che in qualche modo confermeranno quello che è il suo pensiero. Quando comincerà a conoscersi meglio e scoprirà ciò che di bello c’è in lui, allora potrà rivalutare se stesso e avere un approccio più propositivo nei confronti della sua stessa vita. Conoscere meglio se stessi è uno degli obbiettivi ritenuti più importanti da un certo tipo di astrologia, che crede profondamente che conoscersi a fondo non possa che portare maggior consapevolezza e serenità.

Breve storia dell’astrologia

Come già detto l’astrologia è nata presso un popolo molto antico, vissuto più di tre millenni fa: i Babilonesi. Essa infatti vede la sua probabile origine in Mesopotamia, dove sono stati ritrovati reperti inerenti allo studio della volta celeste e del movimento degli astri. Grazie allo studio e alla comprensione dei movimenti dei pianeti e delle stelle la civiltà babilonese era già in grado di compiere delle predizioni.

In seguito anche gli Egiziani diedero grande importanza alle stelle e al loro moto e così i Greci ed i Romani. In Grecia venne addirittura aperta una scuola di astrologia, segno che per loro si trattava di una disciplina davvero importante. Ma la dimostrazione degli influssi di pianeti, stelle ed astri sulla Terra proviene dal grande filosofo e studioso Aristotele, che mostrò come questi influenzano lo scorrere delle stagioni e la nostra vita più in generale.

Nel corso dei secoli filosofi e pensatori hanno detto la loro su questo tema, proponendo ognuno una teoria differente o basandosi su teorie già presenti ed arricchendole con nuove ricerche. Quello che è certo è che gli astrologi sono sempre stati persone colte ed istruite e soprattutto ben viste dalla popolazione, a differenza di operatori dell’occulto come maghi ed alchimisti. Il motivo è presto detto: l’astrologia è comprensibile a tutti e parla di vita quotidiana.

Come opera il metodo astrologico

Fondamentalmente l’astrologia si basa su due calcoli di tipo geometrico, il primo è quello relativo al tema natale per la determinazione della personalità dell’individuo. è quindi una rappresentazione della carta del cielo con le sue posizioni fatta al momento della nascita dell’individuo: vengono analizzati la collocazione dei Pianeti del sistema Solare, del Sole, della Luna e di altri astri rispetto alle 12 “Case Solari”, rispetto alle aree di cielo definite dalle costellazioni dello Zodiaco, e rispetto a se’ stessi, ovvero le mutue posizioni dette “aspetti”.

L’altro calcolo è lo studio dei transiti degli Astri per la previsione di oroscopi in un determinato periodo della vita dell’individuo. Questo studio viene poi interpretato secondo alcune nozioni di base e soprattutto attraverso la sensibilità dell’astrologo, che vi legge personalità, impronta caratteriale, tendenze, fino al destino dell’individuo.

Il Sole e gli astri contengono ed emanano una certa energia, che è possibile misurare mediante appositi strumenti. Tale energia va ad influenzare la nostra esistenza e quella degli altri esseri umani: ma in quale modo? E’ importante anche dire che a seconda di come la luce entra in contatto con il nostro corpo provoca effetti differenti. Ma in tutto questo come rientra l’Astrologia? Essa si preoccupa di verificare come l’angolazione della luce del sole e delle stelle produce effetti sui nostri corpi ma anche sulla materia.

Secondo questa antica disciplina, ogni corpo è costituito dai quattro elementi: aria, fuoco, terra e acqua. Ognuno di questi elementi possiede determinate caratteristiche che si mescolano insieme in modo diverso a seconda di ogni elemento e di ogni individuo. La luce, che illumina appunto in modi diversi la materia, agisce direttamente su questi elementi.

Un ruolo fondamentale viene anche giocato dalle quattro stagioni. In ogni stagione infatti il sole e gli astri manifestano la loro energia ed emettono luce in modo differente. Il Sole, tra tutti gli astri, è sicuramente quello dotato di forza maggiore ma anche gli altri svolgono una loro funzione. Infatti possono cooperare con esso o opporglisi.

Per approfondimenti sul metodo astrologico, vi rimandiamo agli altri nostri articoli di questa sezione, dedicati allo zodiaco ed ai segni zodiacali.

…a cosa serve?

Osservare gli astri ci permette di scoprire che cosa accade nel cielo e come questi eventi incideranno sulla Terra. Tali eventi potrebbero infatti influire sul nostro organismo, sulla nostra mente o sulla nostra anima, o più semplicemente potrebbero provocare certi tipi di accadimenti nella nostra vita. Ma a cosa serve il cercare di predire un determinato evento? E’ importante per due motivi: in questo modo si possono conoscere i benefici su mente e organismo. In alcuni casi è impossibile fermare o bloccare le forze che si sono mosse contro di noi, in quanto incontrovertibili, in altri casi è invece possibile fare qualcosa. Nei casi in cui è possibile fare qualcosa, grazie all’astrologia, si possono cercare in anticipo i rimedi più appropriati in modo che l’evento, sopratutto se negativo, influisca nel modo più lieve possibile su di noi.
L’Astrologia si dimostra quindi utile come prevenzione e può essere un valido aiuto per condurre una vita più serena ed equilibrata.