Home » Oroscopi dal Mondo » Oroscopo Celtico: introduzione, i segni

Oroscopo Celtico: introduzione, i segni

I popoli antichi studiavano il cielo per cercare di comprendere se e come esso potesse influire sulla vita dell’uomo e, in seguito, per orientarsi negli spostamenti in mare o terrestri.
Venne quasi di conseguenza chiedersi se, oltre ad influenzare la crescita delle piante o l’andamento delle maree, la volta celeste avesse degli influssi anche sul destino dell’uomo e del pianeta in generale. Ogni popolo ha così creato un suo oroscopo, diverso per segni ed interpretazioni, ma con lo stesso scopo finale: scoprire cosa riserva il destino. Un oroscopo che si differenzia da quello al quale siamo abituati, ma è altrettanto affascinante, è quello Celtico.


Tra le tante “scienze astrologiche”, oltre a quella tradizionale che ben conosciamo, oltre a quella Cinese, Azteca e Indiana, troviamo quella Celtica.
La caratteristica principale che distingue l’oroscopo celtico dagli altri è quella di associare ai giorni dell’anno un albero, e da questo abbinamento arrivare a comprendere la personalità di ciascuno.

Oroscopo Celtico
L’Oroscopo Celtico affonda le sue radici negli studi degli antichi Druidi

Ma chi erano i Celti? Si tratta di un popolo indoeuropeo che ebbe il suo massimo splendore tra il IV e il III secolo a. C. La cultura celtica era molto articolata, ma ci occuperemo soprattutto dell’oroscopo che essi idearono e che ancora oggi continua ad essere consultato e conta numerosi seguaci.
I Druidi, ovvero i sacerdoti di questo popolo, venivano istruiti per almeno venti anni, durante i quali imparavano a studiare l’astronomia, le nozioni sulla natura ed a gestire i calendari. Furono proprio i Druidi che si occuparono di mettere a punto uno zodiaco formato da ventuno segni, ciascuno dei quali era rappresentato da un albero.

La scelta dell’albero come simbolo si collega alla consuetudine di questo popolo di rappresentare i diversi stadi del cosmo con questo elemento. L’albero rappresenta “il tutto”: le radici, per raffigurare il sottosuolo, il tronco, ovvero la terra, ed infine la chioma, che si staglia nel cielo e lo rappresenta.
Grandi osservatori della volta celeste ed esperti conoscitori della magia e delle scienze esoteriche, i sacerdoti celti si dedicarono allo studio del percorso del Sole e lo suddivisero in settori; a ciascun campo abbinarono un albero che per le sue caratteristiche si associava meglio a quel determinato periodo. Da qui abbiamo i ventuno segni o, meglio, i ventuno alberi che formano l’oroscopo celtico e che ricordano le caratteristiche di chi è nato in quel giorno, in quel settore, in quel segno.

I ventuno alberi dell’oroscopo celtico sono: abete, acero, betulla, carpino, castagno, bagolaro, cipresso, faggio, fico, frassino, melo, nocciolo, noce, olmo, pino, pioppo, quercia, salice, corniolo, tiglio, ulivo. Sono ventuno alberi perché essi si ripetono durante l’arco dell’anno.

Prima di vedere, per grandi linee, cosa caratterizza ogni albero e come ciascun individuo si abbini a quella determinata pianta, è importante sapere che il calendario zodiacale celtico è diviso in quattro trimestri e comincia il primo novembre.
Quindi, riassumendo:

  • Samhain, dal 1 novembre. Samhain ricorda l’ultimo raccolto e coincide con la notte di Halloween.
  • Imbolic, dal 1 febbraio
  • Bealtaine, dal 1 maggio
  • Lunasa, dal 1 agosto.

Vediamo ora, in sintesi, i giorni che ciascun albero rappresenta e le sue caratteristiche peculiari.

  1. Abete, 2 – 11 gennaio e 5 – 14 luglio. Vitalità e fedeltà.
  2. Nocciolo, 22 – 31 marzo e 24 settembre – 3 ottobre. Pazienza e testardaggine.
  3. Corniolo, 1 – 10 aprile e 4 – 13 ottobre. Energico e vitale.
  4. Acero, 11 – 20 aprile e 14 – 23 settembre. Aggressivo e vigoroso.
  5. Noce, 21 – 30 aprile e 24 – 2 novembre. Tenebroso ed eclettico.
  6. Pioppo, 1 – 14 maggio, 5 – 13 agosto e 4 – 8 febbraio. Contemplativo e pessimista.
  7. Castagno, 15 – 24 maggio e 12 – 21 novembre. Moralista e vigoroso
  8. Frassino, 25 maggio, 3 giugno e 22 novembre – 1 dicembre. Fiducioso e rassicurante.
  9. Carpino, 4 – 13 giugno e 2 – 11 dicembre. Viaggiatore e un po’ superficiale.
  10. Fico, 14 – 23 giugno e 12 – 21 dicembre. Socievole e generoso.
  11. Betulla, 24 giugno. Aperto e creativo.
  12. Melo, 25 giugno, 4 luglio e 23 dicembre – 1 gennaio. Generoso e tranquillo.
  13. Quercia, 21 marzo. Forte e perseverante.
  14. Olmo, 15 – 25 luglio e 12 – 24 gennaio. Franchezza e generosità.
  15. Cipresso, 26 luglio, 4 agosto e 25 gennaio – 3 febbraio. Sincero e tollerante.
  16. Bagolaro, 14 – 23 agosto e 9 – 18 febbraio. Intelligente ed esuberante.
  17. Pino, 24 agosto, 2 settembre e 19 – 28/29 febbraio. Preciso ed implacabile.
  18. Salice, 3 – 12 settembre e 1 – 10 marzo. Malinconico ed un po’ egoista.
  19. Tiglio, 13 – 22 settembre e 11 – 20 marzo. Affidabile e comprensivo.
  20. Ulivo, 23 settembre. Forte, puro e un po’ indeciso.
  21. Faggio, 22 dicembre. Pratico ed interessante.

Alcuni di essi, come vedete, si ripetono più volte nel corso dell’anno, ad esempio il Nocciolo, che contraddistingue i nati dal 22 al 31 di marzo e quelli nati dal 24 settembre al 3 ottobre.
Betulla, Quercia, Ulivo e Faggio sono invece collegati ciascuno ad un solo giorno.

Le testimonianze scritte in lingua celtica sono ben poche e il Calendario di Coligny è l’unica fonte archeologica che ci mostra come i celti dividessero le stagioni. E’ un’epigrafe in bronzo ritrovata in Francia che, in modo piuttosto esauriente, mostra come questo popolo divideva l’anno e cita i nomi dei dodici mesi. I celti credevano molto nell’influenza delle stelle e dei cicli lunari.

Avere una prima lettura dell’oroscopo celtico è tutt’altro che complicato. Basta controllare a quale albero viene associata la propria data di nascita (giorno e mese) e leggere le caratteristiche dell’albero, e quindi della persona. L’interpretazione è molto simile al nostro oroscopo, poiché così come al segno dell’Ariete, ad esempio, vengono associate caratteristiche come l’audacia, la caparbietà, ma anche un colore, una pietra, un numero; all’Abete, primo albero dello zodiaco celtico, si abbinano qualità come la vitalità, l’onestà, la fedeltà.

Il gran numero di persone che segue questo oroscopo, così legato ai ritmi della natura, fa sì che anche online sia molto facile potersi mantenere aggiornati su quello che il futuro immediato, e quello a più lunga scadenza, riservano al proprio segno.


2 commenti

ATTENZIONE, GLI OROSCOPI PERSONALIZZATI AL MOMENTO NON SONO DISPONIBILI: RITORNEREMO PRESTO CON QUESTO SERVIZIO, GRAZIE!
  1. Zangrandi Giambattista

    Buongiono
    Sono nato il 22-05-1956 ma non ho visto nessun albero in questa data?
    Potreste delucidarmi?

    Giambattista

    • Astrologo Lore
      Astrologo Lore

      Hai ragione, c’era un errore di scrittura, adesso corretto, il tuo albero di riferimento è il castagno.