Home » Guida Astrologia » Numerologia: introduzione alla divinazione dei numeri

Numerologia: introduzione alla divinazione dei numeri

La numerologia è una disciplina che affonda le sue radici in un antico passato e c’è chi sostiene che sia nata insieme alla scrittura. Infatti, sono pervenuti reperti storici che dimostrano come essa fosse praticata già ai tempi degli antichi egizi, greci, ebrei e indiani. Inoltre, esistono leggende che la vogliono anche legata alla misteriosa civiltà di Atlantide.
Nonostante tutto, il padre fondatore della numerologia ufficialmente riconosciuto, è Pitagora. Egli infatti, basava la propria vita su un unico concetto, che poi rappresenta le fondamenta della disciplina, ossia che: la realtà è matematica.


Nascendo come un ramo della matematica, quindi, la numerologia spiega la comparsa dell’ordine nel mondo grazie ai numeri, che hanno interrotto il caos preesistente. Attualmente, non è più considerata come strettamente legata alla matematica, ma ha assunto principalmente un carattere di pseudo-scienza.
Essa si basa, fondamentalmente, nell’individuare le possibili correlazioni tra i numeri e la vita umana. Il “tutto”, quindi, corrisponde sempre a un numero, comprese le entità astratte presenti nel pianeta o nell’universo. Tale numero, a sua volta, ha un significato preciso.

La Numerologia (divinazione dei numeri)
La Numerologia (divinazione dei numeri), riconduce la realtà a numeri da analizzare.

La storia della numerologia, quindi, è complessa e accompagna l’uomo nel suo progresso continuo: da Pitagora in poi, i concetti basilari furono ripresi e applicati anche da Platone, in seguito furono inseriti nella “Cabala” ebraica e così via, negli anni. Durante il Rinascimento, la numerologia fu riscoperta e attentamente approfondita, applicandola nei campi più disparati quali: la musica, l’edilizia, la scrittura, ricavandone risultati e oracoli che andavano, poi, a influenzare le vite delle persone interessate.

Il principio alla base della disciplina, è quello di creare un legame tra la persona, appartenente a un microcosmo, e il “tutto” che la circonda, che comprende il macrocosmo. Questo legame viene creato in base al numero che risulta dalla somma della propria data di nascita. Nel giorno, mese e anno in cui siamo nati, quindi, sono nascosti i segreti della nostra personalità, dei comportamenti che adottiamo e della nostra coscienza.

Come tutte le discipline antiche, nel corso degli anni anche la numerologia si è suddivisa in varie categorie diverse, quali: il tipo esoterico, tantrico ed astrologico, ma le differenze riportate riguardano solo il campo di appartenenza in cui vengono applicate. Infatti, il fulcro centrale della pseudo-scienza, che riguarda il calcolo numerico, rimane inalterato.

Quello che occorre fare nella numerologia, è risalire a un numero che corrisponda a noi stessi o alla persona di cui ci importa capire la personalità. Tale numero può essere ottenuto dalla somma delle lettere del nome o del giorno, mese e anno di nascita. I numeri vengono, a loro volta, divisi in tre categorie: i numeri Universali, che sono quelli compresi da 1 a 9; i numeri Maestri, che sono 11, 22 e 33; i numeri Karmici, rappresentati da 13, 14, 16 e 19.
Per calcolare i numeri personali partendo dal nome, sono presenti specifiche tabelle, in cui a ogni lettera corrisponde un numero. Quindi basterà sommare i numeri di nome e cognome per avere il totale. Quando questo è composto da due cifre, se esse non rientrano nei numeri Karmici e Maestri, se ne sommano i termini in modo da ricavare un’unica cifra, che rappresenterà il nostro numero per eccellenza.

Riguardo, invece, alla propria data di nascita, ogni valore considerato corrisponde a un aspetto del nostro essere: il giorno di nascita, infatti, è collegato all’anima, ossia allo sviluppo del nostro carattere e di ciò che siamo; il mese di nascita è legato al Karma e indica il nostro obbiettivo nella vita e come ci relazioniamo con il mondo e gli altri individui. L’anno di nascita, invece, si scompone ulteriormente: la somma delle ultime due cifre indica le nostri doti congenite, la somma dell’intero anno di nascita svela l’idea di noi che trasmettiamo agli altri, cioè come loro ci percepiscono; l’intera somma di giorno, mese e anno, indica come arrivare a una vita piena e realizzata.

Una volta calcolati i propri numeri, quindi, occorre dar loro un significato. Partiamo dai numeri Universali:

  • Numero 1 – Rappresenta il numero più importante, in quanto è l’origine da cui è nato tutto. Viene identificato con la perfezione e con la forza. Altre caratteristiche legate al numero sono l’indipendenza e il carisma.
  • Numero 2 – E’ un numero più difficile da decifrare in quanto è indice dello spirito di cooperazione con l’esterno ma anche di contrapposizione e scontro. Rappresentando la dualità dell’essere, fa riferimento anche alla coppia e alla capacità di relazionarsi con gli altri.
  • Numero 3 – Questo numero esprime la parte brillante ed esuberante del proprio essere. E’ un numero legato alla creazione e all’intuito, con una spiccata tendenza a vivere ogni momento intensamente. Di contro, si può facilmente sviluppare un lato narcisistico ed esibizionista.
  • Numero 4 – Esso è il rappresentante della razionalità e viene identificato con la Terra Madre. Grazie a un’associazione geometrica e visiva con un tetraedro, la cui struttura mostra quattro facce, esso viene identificato con la praticità e la lealtà ma unite a una grande discrezione.
  • Numero 5 – Simbolo della criticità e del potere, simboleggia la congiunzione dello stato fisico con quello mentale. Esso rappresenta la capacità di adattarsi ai cambiamenti della vita e il saper destreggiarsi nelle difficoltà.
  • Numero 6 – Questo numero indica, invece, il benessere psicofisico e la capacità di affrontare le situazioni nel giusto modo. Rappresenta l’equilibrio interiore. Di contro, può portare a un eccessivo senso di responsabilità e una certa freddezza e distacco nelle relazioni.
  • Numero 7 – Esso è un numero particolare, il simbolo dell’introspezione e del riserbo. Chi è associato a questo numero è, spesso, una persona solitaria e diffidente. Spicca però, innata, l’eleganza dei modi e la raffinatezza.
  • Numero 8 – Forte e intraprendente, chi è associato al numero 8 si mostra sicuro di sè, curioso e preciso in ogni aspetto della propria vita. E’ presente capacità di giudizio e auterevelozza.
  • Numero 9 – Indica una indole paziente e saggia. L’anali dei contesti e la riflessione sono la caratteristica di questo numero, che fa dell’intuizione la sua arma vincente. Spesso, però, il rovescio della medaglia è una scarsa sopportazione delle situazioni.

Oltre i numeri Universali, esistono anche i numeri Maestri (11, 22, 33) caratterizzati dalla capacità di indagare nel proprio spirito, apprendendo le regole del mondo metafisico. Sono numeri poco inclini alla praticità o all’egoismo dell’essere: quando si è associati a uno di essi, si tende ad approfondire concetti e aspetti astratti e filosofici della vita .

L’ultima categoria di numeri considerata è quella dei numeri Karmici (13, 14, 16, 19): essi indicano gli scopi da perseguire e gli obbiettivi da raggiungere. Qualora non si pervenga a essi, si dovrà continuare a insistere fino a centrare lo scopo, con umiltà e piena coscienza di sé.


2015-11-14

1 Commento

ATTENZIONE, GLI OROSCOPI PERSONALIZZATI AL MOMENTO NON SONO DISPONIBILI: RITORNEREMO PRESTO CON QUESTO SERVIZIO, GRAZIE!
  1. Purka

    Incredibile non pensavo che i numeri potessero dirci così tante cose!